La recitazione ogni giorno di questa invocazione (mantra) consente a ciascun essere umano di raggiungere la propria natura illuminata, di riuscire ad entrare in contatto con la propria buddità.

Recitare il NAM MYOHO RENGE KYO con disciplina, metodo e determinazione fa raggiungere lo stato vitale energetico che è in ognuno di noi.

I buddisti che lo praticano assicurano il successo, non solo propiziatorio,  ma anche materiale del tuo obiettivo.

ascolta il mantra

La mia esperienza è iniziata nell’agosto 2019, dove quasi magicamente ho ricevuto una chiamata dalla Simo. Non era un periodo di gloria, ero molto affaticata da un lavoro che non mi appagava, da conflitti familiari, insomma in una fase depressiva, amplificati dai 38° percepiti.
Ma la sua telefonata è stata una boccata d’aria fresca, potrei dire magicamente ha saputo usare gli argomenti giusti per farmi capire di iniziare la rivoluzione.
La Simo è praticante del buddismo giapponese da oltre 20 anni, lei racconta di aver toccato con mano l’efficacia della recitazione. Tutti i giorni recita il mantra del Nam myoho renge Kyo per almeno 30 minuti o anche di più in base all’energia cosmica che deve catalizzare, lo fa con una velocità sorprendente quasi stesse cantando un pezzo rap.

Oltre ai racconti e altre testimonianze, mi ha fatto muovere, mi ha chiesto quali erano i precisi obiettivi per cui avrei recitato.
Sembra semplice, ma quando devi enunciare gli obiettivi si va in defaillance, troppi, banali, superficiali, troppo profondi insomma fare una playlist e visualizzarti da qui a lì per me non è facile, mi sembra di sbilanciarmi o di tralasciare delle sfaccettature che invece sono quelle che mi porteranno all’assenza di sofferenze che è la finalità del buddismo.

Ma la Simo, da grande maestra, mi ha sempre detto di volare alto, pensare al massimo, avere il coraggio di osare come non ho mai osato.
Vi garantisco che è bellissimo, immaginare l’immaginabile oggi, già questo processo crea una profonda energia.
E così ho iniziato.
Gli obiettivi si modificano spesso forse è per questo che non sempre colgo l’efficacia, però vorrei cercare di usare e sperimentare la determinazione, una dote che spesso vacilla in me.